Tecar Terapia2 www.fisiologik.it
Tecarterapia a Bologna con FISIO LOGIK
31 maggio 2019
impetenziometria www.fisiologik.it 3
Impedenziometria corporea
5 giugno 2019

Esistono molteplici tipi di Cefalee, con sintomi spesso sovrapponibili, come descritto di recente nel nostro primo articolo sul Mal di Testa.

Cerchiamo di fare ulteriore chiarezza.

 

 Cefalea: sintomi www.fisologik.it3

CEFALEA Muscolo-Tensiva

I Sintomi

Viene scatenata da tensioni muscolari di origine cervicale che possono irradiare all’apice del capo, sull’occipite, sulle tempie e sulla fronte. Si manifesta con dolore intenso e costante.

 

Le Cause

Molto spesso queste tensioni si generano perché i muscoli di capo e collo vengono sollecitati troppo a lungo e non sopportano il sovraccarico funzionale richiesto.

Ad esempio dopo una giornata lavorativa davanti al computer, il mal di testa insorge perché il trapezio e i muscoli del collo non lavorano in sinergia (squilibrio) tra loro creando dolore alla base della capo.

I Fsioterapisti FISIO LOGIK possono darti dei consigli utili: leggi questo precedente articolo su Come Correggere la tua Postura!

Anche il bruxismo notturno può generare cefalea alle tempie e dolori alla mandibola soprattutto la mattina appena svegli, per via della tensione creata dai denti che stringono durante la notte.

Le cefalee muscolo-tensive quindi sono determinate da tre fattori importanti:

  • Il mantenimento prolungato di posizioni non sempre corrette
  • Il sovraccarico funzionale del muscolo
  • Rigidità cervicali

 

 

CEFALEA Vascolare

I Sintomi

Si manifesta con dolore pulsante, compressivo che migliora/peggiora sotto sforzo, in piedi o da supino.

Tra queste si riconoscono le cefalee retro oculari o della base del capo accompagnate da sbandamenti e/o vertigini.

 

Le Cause

E’ conseguente a compressione di piccoli vasi sanguigni a livello cervicale (solitamente le prime vertebre).

Può essere determinata dagli stessi fattori della muscolo-tensiva, con la differenza che i vasi sanguigni soffrono perché il sangue non circola bene e ci possono essere casi di ristagno o sbalzi di pressione.

Tra queste cefalee primarie abbiamo quelle a grappolo e le emicranie.

 

 Cefalea: sintomi 2 www.fisiologik.it

CEFALEA Cervicogenica

Sintomi e Cause

Definita come un dolore alla testa causato da un disturbo del rachide cervicale, solitamente accompagnato da dolore e/o rigidità al collo.

Si presenta con una prevalenza dal 0,4 al 20% fino al 53% in chi ha subito un con colpo di frusta; colpisce maggiormente le donne rispetto agli uomini per via delle variazioni ormonali.

Si caratterizza da:

  • Esordio correlato a dolore e/o rigidità al collo, precedente e/o concomitante alla cefalea
  • Dolore da un unico lato del capo che può irradiare a occhio, tempia, occipite
  • Episodico o continuo ma a intensità fluttuante
  • Sordo, ripetitivo, persistente
  • Scatenato da movimenti, atteggiamenti, posizioni mantenute del collo
  • Dolore può irradiare al collo, spalla, braccio dello stesso lato
  • Non più di un episodio a settimana e i sintomi durano almeno per tre mesi

 

 

Riconosci alcune caratteristiche del tuo mal di testa?

A FISIO LOGIK troverai un valido aiuto, in seguito ad un’accurata Valutazione, i nostri Professionisti altamente specializzati sapranno prendersi cura del Tuo problema.

 

Contattaci per un primo appuntamento.

 

TECNICHE DI FISIOTERAPIA E OSTEOPATIA

Il trattamento fisioterapico prevede l’utilizzo di tecniche di:

– Terapia manuale, sono comprese numerose manovre sui tessuti molli (volte alla liberazione delle tensioni fasciali e muscolari) e di mobilizzazioni articolari (per un ripristino di una corretta mobilità articolare).

E’ stata comprovata da numerosi studi scientifici e revisioni della letteratura scientifica (Scienza Riabilitativa 2018; 20(4):5-16) l’efficacia della terapia manuale sulla qualità di vita delle persone con cefalea (Primavera, Baldassini, Cefalea cervicogenica e terapia manuale, Il Fisioterapista 3/2018).

 

– Osteopatia, permette di dare input a nervi e vasi sanguigni sempre con tecniche di tipo manuale (manipolazioni e tecniche articolari).Cefalea: sintomi 3 www.fisiologik.it

Libera i nervi cranici lungo il loro decorso tra tessuti molli e ossa del cranio in modo da garantire una migliore conduzione del nervo stesso (ricordiamo che il nervo è il motore del muscolo! Se il nervo conduce male, il muscolo soffre!), per questo se hai preso colpi importanti al capo e se soffri di cefalee è opportuno trattarlo.

Con i trattamenti osteopatici si possono mobilizzare le ossa del cranio;

ad esempio si può trattare l’articolazione temporo-mandibolare in caso di rumori tipo scrosci o “click”;

le ossa mascellari, nasali, frontali in caso di sinusiti;

così come le ossa mascellari e mandibolari in seguito a interventi odontoiatrici.

Tutti questi casi possono essere terreno fertile per l’insorgenza di cefalee, per questo è opportuno ricordarli durante la raccolta dei dati anamnestici (storia clinica). Ci sono importantissime correlazioni (muscoli,articolazioni,funzioni) tra queste problematiche e le cefalee.

 

– Esercizio terapeutico, come esercizi di rinforzo e stabilizzazione per il mantenimento della forza dei muscoli profondi cervicali e dorsali.

 

– Igiene posturale. Infatti è compito del fisioterapista educare il paziente al mantenimento della corretta postura durante le attività lavorative, sportive, affinchè il problema non si ripresenti nel tempo.

 

– Autotrattamento, manovre insegnate dal Professionista.

 

 

 

Possiamo migliorare la Tua qualità di vita, affida la Tua Problematica a FISIO LOGIK.

CONTATTACI

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi