Coxalgia- sintomi-e-terapia
Coxalgia: sintomi e terapia
7 marzo 2021
IMG_4828
Correggere la postura
1 aprile 2021

Con il termine “coxartrosi” (Hip OA) si intende un’artropatia degenerativa dell’articolazione dell’anca caratterizzata da alterazioni progressive della cartilagine o della fibro-cartilagine articolare e da modificazioni secondarie della componente ossea (artrosi), sinoviale e capsulare dell’articolazione.

Le principali patologie che coinvolgono l’anca sono spesso dovute al deterioramento della cartilagine articolare delle due componenti ossee che formano l’articolazione o a processi infiammatori.

La coxartrosi è una patologia in continuo aumento nella popolazione anziana ed una delle principali cause di disabilità.

Può essere primaria, ovvero senza una causa apparente, o secondaria ad eventi come ad esempio in seguito a fratture, distorsioni o lussazioni.

 

 

Coxartrosi anca sintomi

È una patologia più frequente nel sesso femminile che in quello maschile e presenta dei sintomi precisi come:

  • Dolore alla regione dell’anca che si irradia spesso fino alla faccia antero-interna della coscia e mediale del ginocchio, con possibile irritazione di alcuni rami del nervo otturatore e femorale, che si distribuiscono rispettivamente alla capsula articolare e alla faccia mediale del ginocchio;
  • Riduzione dei movimenti di abduzione e intrarotazione (al contrario della flessione, che invece viene mantenuta più a lungo):
  • Zoppia di fuga, ovvero riduzione della fase di appoggio sull’arto dolente durante il cammino, con conseguente carico maggiore sull’arto controlaterale.
  • La progressione dei sintomi spesso porta ad una riduzione della mobilità, al decondizionamento muscolare, riducendo così lo stato funzionale dell’anca e di conseguenza anche la qualità della vita delle persone.

 

Tra le cause che possono favorire l’insorgenza dell’artrosi si possono identificare:

  • Displasia congenita dell’anca:
  • Fratture del collo del femore o dell’acetabolo;
  • Coxa vara o coxa plana;
  • Lussazioni traumatiche dell’anca;
  • Necrosi dell’epifisi del femore.

 

Da un punto di vista radiografico, l’artrosi si manifesta attraverso una serie di cambiamenti strutturali dell’articolazione:

  • Riduzione della rima articolare;
  • Irregolarità delle superfici articolari;
  • Presenza di geodi o osteofiti;
  • Aumento dell’opacità e addensamento trabecolare dell’osso subcondrale;
  • Ossificazioni capsulari;
  • Presenza di corpi mobili intrarticolari;

 

coxartrosi-diagnosi

 

 

Coxartrosi diagnosi

E’ importante un corretto inquadramento diagnostico: per questo consigliamo una Visita Medico Specialistica Ortopedica.

FISIO LOGIK può offrire la consulenza di Medici Ortopedici Specialisti in Traumatologia, come il Dott.Russo Alessandro, professionista di grande serietà, competenza e disponibilità.

 

Fissa una prima Visita

CHIAMACI

051.0935300 – 051.0935269 – 393.8875594

 

 

La diagnostica per immagini rappresenta lo strumento più diffuso e valido per valutare il livello di degenerazione dell’articolazione e lo stadio della patologia artrosica.

I principali esami radiologici che si possono effettuare per completezza diagnostica sono:

  • La radiografia risulta essere l’esame più indicato per la diagnosi e la valutazione della coxartrosi in quanto riesce a mettere in risalto la presenza della patologia, la sua evoluzione, la sua portata e la topografia dello spazio articolare.
  • La risonanza magnetica si utilizza solo quando la radiografia non presenta i segni dell’artrosi che giustifichino la sintomatologia del paziente ed evidenzia lesioni a carico di tendini, muscoli, strutture scheletriche, legamenti ed elementi fibrocartilaginei dell’articolazione.
  • La TAC viene utilizzata solo in casi eccezionali, ancor meno della risonanza magnetica, e anch’essa mette in luce prevalentemente le irregolarità delle cartilagini piuttosto che il profilo scheletrico dell’articolazione.

 

 

 

Coxartrosi anca terapia

La terapia della coxartrosi può essere:

1) Conservativa, nelle fasi più precoci della patologia, ovvero non invasiva.

E’ una Riabilitazione personalizzata, basata sulle problematiche principali e sugli obiettivi funzionali da raggiungere.

2) Chirurgica, nelle fasi più avanzate della patologia in cui la funzionalità dell’arto inferiore appare maggiormente compromessa.

Può comprendere trattamenti infiltrativi o l’intervento con cellule staminali provenienti dal tessuto adiposo autologo (prelevato dal proprio corpo);

Nei casi più gravi si può arrivare all’intervento di protesi d’anca.

 

coxartrosi-anca-esercizi

 

 

Coxartrosi anca esercizi

La Fisioterapia è multifattoriale:

  • Kinesiterapia, ovvero l’esercizio terapeutico specifico per la patologia identificata. Il programma di solito ha l’obiettivo di rinforzare determinati gruppi muscolari per garantire la funzionalità dell’anca e dell’arto inferiore e di ripristinare le corrette lunghezze muscolari nel caso siano presenti accorciamenti di alcuni muscoli.

Diversi studi scientifici supportano l‘efficacia di una Rieducazione basata su programma di esercizi sul rinforzo muscolare, esercizi di mobilità, miglioramento della capacità aerobica, allenamento funzionale. Questi riducono anche il dolore.

  • Terapia Manuale, come le mobilizzazioni articolari e la manipolazione dei tessuti molli (fascia, muscolo, …);

 

TECAR terapia,

Laser ad alta potenza,

Onde d’urto,

Vibra 3.0, …;

 

Affidati a uno dei nostri Fisioterapisti, tutti con importanti competenze e formazione in questo ambito, sapranno consigliarti il percorso di cura più adatto a te!

 

Contattaci

per un primo appuntamento!

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi