Immagine
Spalla: anatomia e biomeccanica
15 novembre 2017
www.fisiologik.it
Alimentazione antinfiammatoria: la dieta depurativa
4 dicembre 2017

Ecco una breve guida sulle patologie di spalla

 

Con questo secondo articolo sulla spalla vogliamo offrirti una breve guida sulle patologie più comuni, con l’obiettivo di aiutarti nel riconoscere le probabili cause del tuo dolore in questo distretto.

 

Come già illustrato dettagliatamente nel nostro articolo precedente, la spalla è l’articolazione più mobile di tutto il corpo, ma di conseguenza anche la più instabile.

Queste caratteristiche, unite a molti altri fattori provenienti anche da distretti corporei lontani, possono causare una condizione di “spalla dolorosa”, problematica di frequente riscontro negli sportivi (specialmente in quelli che compiono gesti motori con la mano al di sopra della testa, detti overhead) ma anche nella popolazione comune.

 

Pur semplificando molto un argomento così complesso, è possibile stabilire quattro macroaree entro le quali è possibile riscontrare una situazione di dolore alla spalla:

  1. tendinopatia della cuffia dei rotatori
  2. instabilità di spalla
  3. rigidità di spalla
  4. traumatismi con o senza chirurgia

 

 

1. TENDINOPATIA DELLA CUFFIA DEI ROTATORI

Si tratta di una condizione infiammatoria/degenerativa dei tendini che avvolgono la testa dell’omero (appunto detti cuffia).IMG_3007

Se infiammazioni e stress sono protratti nel tempo si possono formare anche calcificazioni, formazioni ricche di cristalli di calcio che ispessiscono i tendini.

La spalla si trova quindi intollerante ai movimenti richiesti, producendo dolore per una serie di cause:

  • sovraccarico, per movimenti ripetitivi o attività pesanti;
  • problematiche posturali importanti (ad esempio scoliosi o atteggiamento scoliotico, cifosi dorsale, …);
  • mancanza di bilanciamento di forze muscolari (ad esempio uno squilibrio tra rotatori interni ed esterni dell’omero, eccesso di forza dei muscoli elevatori come il deltoide medio, lesione nervosa, …);
  • eccessiva/errata esecuzione del gesto sportivo.

 

 

2. INSTABILITA’ DI SPALLA

E’ possibile chewww.fisiologik.it Spalla(1) tu riferisca una sensazione di insicurezza della spalla con scrosci e, nei casi più gravi, anche dislocazioni dell’omero dalla propria sede anatomica (come episodi di lussazione o sublussazione). Tale instabilità è facilmente riproducibile dal Fisioterapista e Medico specialista tramite test specifici.

Tra le cause possiamo riconoscere:

  • lassità congenita dei tessuti di contenimento passivi (capsula e legamenti) con conseguente ipermobilità;
  • gesto (sportivo o lavorativo) ripetuto nel tempo o scorretto;
  • traumi ad alto impatto (lussazione e sub lussazione);
  • lesione nervosa.

 

 

 

3. RIGIDITA’ DI SPALLA

In questo caso puoi avvertire un deficit di movimento dell’arto superiore che non ti permette di svolgere le attività quotidiane. Tale rigidità limita la spalla, in particolare nelle rotazioni, ossia i movimenti che si compiono ad esempio nell’infilarsi la manica del cappotto; ma anche nell’elevazione causando, oltre che dolore, anche un peggioramento della qualità della vita.

I tessuti molli della spalla (come la capsula articolare, i legamenti, i muscoli e i tendini) perdono di elasticità. Formano nei casi più gravi anche vere e proprie retrazioni/aderenze, con perdita importante di molti gradi di movimento.

Tra le cause di questa patologia:

  • traumi acuti con importante versamento (a volte anche non percepibile perchè interno all’articolazione) come fratture, lussazioni, ecc…
  • infiammazioni e lesioni della cuffia dei rotatori;
  • calcificazioni tendinee;
  • altro dolore di spalla o dei distretti vicini (ad esempio il collo);
  • forti stress emotivi.

 

 

4. TRAUMATISMI CON O SENZA CHIRURGIAImmagine

Se la causa del dolore è un evento particolarmente traumatico, come una caduta o un violento contrasto, di primaria importanza è ripristinare tempestivamente l’equilibrio anatomico di questo distretto.

Il trattamento potrà esser Conservativo o Chirurgico.

La scelta sarà effettuata in sede di Pronto Soccorso o successivamente da Medici Specializzati Ortopedici.

In entrambi i casi, inizialmente sarà probabile un periodo di immobilizzazione in tutore o gesso, necessario alla stabilizzazione/consolidazione dei tessuti traumatizzati.

Successivamente seguirà un percorso Riabilitativo personalizzato; qui il Fisioterapista ti accompagnerà nella rieducazione al movimento, aiutandoti nella gestione del dolore e nella funzionalità di tutti i giorni.

 

 

I Fisioterapisti FISIO LOGIK sono specializzati nel trattamento delle diverse patologie della spalla. In seguito ad un’accurata valutazione, stabiliranno il percorso riabilitativo opportuno.

 

Si avvalgono anche della consulenza di altri Specialisti come i Medici:

Dott. A. Padolino, chirurgo Ortopedico specializzato nelle patologie di Spalla-Gomito;

Dott. S. Guggi, medico dello Sport ed abile Ecografista muscolo-scheletrico;

Dott. A. Russo, esperto chirurgo Ortopedico.

 

 

Contattaci!

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi