foto-sito_consigli-utili
Corsi Haṭha Yoga 2019 a Bologna con SILVIA ZANICHELLI
7 marzo 2019
Mal di testa: le cause www.fisiologik.it
Mal di testa: le cause
17 aprile 2019

 

Ormai sappiamo che la lesione muscolare sia purtroppo un infortunio frequente nella pratica sportiva.

Spesso viene trattata in maniera inadeguata e anche sottostimata dallo stesso atleta, che prosegue la sua attività senza farsi visitare da un Fisioterapista o Medico dello Sport.

Quindi non sottovalutare mai un “dolorino” a carico di un muscolo! Soprattutto se incorso durante l’attività di corsa o di salto.

Come precedentemente spiegato nell’articolo “Lesione muscolare: di cosa si tratta, la diagnosi delle lesioni muscolari è principalmente basata sull’anamnesi e l’obiettività clinica.

 

 

Contatta FISIO LOGIK per una prima Valutazione!

Un nostro Fisioterapista saprà indirizzare al meglio il Tuo percorso di ripresa!

 

 

lesione muscolare www.fisiologik.it“Penso di essermi strappato!”

Parlando di lesioni indirette, il tipo di contrazione più frequentemente associato all’evento lesivo è la contrazione eccentrica.

Si tratta di un tipo di contrazione durante la quale il muscolo produce forza allungandosi, decelerando un movimento, e non accorciandosi, come invece avviene nella contrazione concentrica.

 

Prendiamo quindi da esempio la lesione degli hamstring, cioè i muscoli posteriori della coscia, flessori del ginocchio. Si tratta dell’infortunio muscolare più frequente nel calcio professionistico, e in tutti gli sport che prevedono scatti e cambi di direzione. (Ekstrand J, Hägglund M et al. Epidemiology of muscle injuries in professional football. Am J Sports Med 2011).

Ciò avviene quando i muscoli non sono in grado di decelerare la flessione dell’anca, o l’estensione del ginocchio.

Abbiamo già illustrato quali sono i segni e sintomi più comuni che ci aiutano a riconoscere uno strappo.

 

 

 

“Cosa devo fare nell’immediato?”

LA FASE ACUTA

Quando avverti la tipica “fitta”dolorosa (appunto come nell’esempio nella parte posteriore della coscia) durante l’attività sportiva (magari aggravato da impotenza funzionale), devi nell’immediato sul campo effettuare un primo soccorso specifico come spiegato dall’acronimo P.R.I.C.E.

 

QuinFoto MMadaro5di letteralmente PRICE significa:

Protection: protezione da possibili ulteriori traumi.

Rest: riposo da un’attività fisica pesante.

Ice: ghiaccio, locale per 20 minuti almeno 3 volte al giorno.

Compression: compressione con un bendaggio elasto-compressivo sulla zona interessata.

Elevation: elevazione, ossia arto in scarico per favorire il ritorno dei fluidi sanguigni e linfatici.

 

Questo trattamento per le 48-72 ore successive all’evento acuto al fine di facilitare il giusto decorso della fase infiammatoria.

L’acronimo appena spiegato è stato per anni il paradigma centrale della gestione acuta dei traumi ai tessuti molli pur non essendoci studi di alta qualità scientifica a dimostrarne l’efficacia.

 

 

 

Inoltre ti consigliamo nel mentre di consultare il Medico o il Fisioterapista FISIO LOGIK specializzati nello sport, per classificare e programmare il successivo percorso di cura. Tanti atleti prima di te si sono affidati alle nostre cure; e molte associazioni e società sportive si sono già convenzionate con la nostra Clinica.

 

Se necessario potrai effettuare l’Ecografia muscolo-scheletrica, dal nostro esperto Medico dello Sport, il Dott. Guggi Stefano. Sarà in grado di definire con maggior precisione l’entità della lesione; si potrà così iniziare la riabilitazione.

 

Prenota la tua ECOGRAFIA a FISIO LOGIK!

L’esame più economico, veloce e meno invasivo!

Foto MMadaro2

 

Il trattamento di FISIOTERAPIA sarà individualizzato a seconda del grado di lesione e dei suoi tempi di guarigione. I Professionisti FISIO LOGIK, altamente specializzati, seguono le linee guida più aggiornate (rileggi: la nuova Classificazione proposta dalla I.S.Mu.L.T.).

Verrà quindi impostato il Tuo programma terapeutico che terrà conto di riposo, eventuale terapia integrativa/farmacologica, terapia fisica-strumentale, riabilitazione, terapia manuale.

Il rispetto di queste procedure evita complicanze e recidive che risultano frequenti nelle lesioni muscolari sportive.

 

Ecco il consiglio pratico su cosa fare (P.R.I.C.E.)

Quindi, riassumendo possiamo dire che dovresti:

1. proteggere la zona dolorante,

2. comprimendola con una benda elastica specifica,

3. effettuare crioterapia (ghiaccio) locale,

4. lasciare la zona a riposo

5. e sollevata.

fino al controllo medico e/o fisioterapico, che deve essere il più tempestivo possibile.

 

 

 

Nei prossimi articoli proseguiremo sul darti altre informazioni e consigli, utili passata la fase acuta (la fase riparativa).

 

Affidati ai professionisti specializzati FISIO LOGIK per gestire al meglio la Tua riabilitazione.

 

Contattaci!

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi