riabilitazione caviglia esercizi
Riabilitazione Caviglia: Esercizi e Prevenzione LSI
21 aprile 2020
Centro Fisioterapia Bologna
Riattivazione Visite Mediche e Fisioterapia in Sicurezza
21 maggio 2020

In questo periodo prolugato di quarantena forzata dall’emergenza Coronavirus, il nostro Nutrizionista Dott. Malipiero vuole continuare a dare il suo contributo a distanza.

Dopo averci già illustrato le Linee Guida per una Dieta in quarantena sana ed equilibrata, ecco altri consigli utili per questo periodo inusuale.

Lista della spesa, come organizzarla ?

Visto che dobbiamo pianificare le uscite per gli approvvigionamenti alimentari, cerchiamo di non farci dettare la lista dall’ansia di morire di fame e dalla paura di rimanere senza scorte…
Impossibilitati a mantenere il livello di attività fisica precedente la pandemia, rischiamo di accumulare più del lecito. Complici l’ansia, lo stress, la rabbia e tutte le emozioni distoniche che proviamo.
  1. Prepariamo con calma la lista. Per ottimizzare il tempo è indispensabile andarci con una lista precompilata, per evitare di girellare tra gli scaffali e farci sedurre dai dolciumi in offerta.
  2. In cima alla lista dovrebbero esserci verdura, frutta fresca e secca, olive, uova, pesce, buoni tagli di carne.
  3. Tra i carboidrati, vista la difficoltà ad utilizzarli in lavoro muscolare e fisico (il cervello non ha bisogno di 1 hg di pasta a pranzo) scegliamo i cereali in chicco, magari integrali, farine di semi diversi (come farro, grano saraceno, mais, teff, sorgo, canapa..). E visto che in clausura abbiamo scoperto il fornaio che vive dentro di noi, diamoci alle sperimentazioni.
  4. Resistiamo alle “tentazioni”. Facciamo finta di avere il paraocchi nei confronti di tutto il “non-cibo di consolazione” e bypassiamo le corsie degli snack, biscotti, pasticceria per dirigerci dove sappiamo di trovare ingredienti utili. Non usiamo la scusa dei bambini o dei mariti che devono avere il freezer pieno di gelato o la dispensa piena di patatine e biscotti, anche perché questo tipo di cibi processati, se consumati troppo spesso o in quantità, “distraggono” il sistema immunitario, che mai come ora deve stare armato e concentrato per farci superare al meglio l’emergenza sanitaria.
  5. Fantasia in cucina! La scusa del non avere tempo per cucinare a ‘sto giro non regge, quindi tiriamo fuori libri di ricette o scateniamoci sul web per imparare a preparare qualche piatto gustoso ma non trucido, ad esempio:

.

  • verdure al forno gratinate senza besciamella o scegliendo la versione senza lattosio né glutine (olio, farina di riso e latte di mandorla, ad esempio);
  • pesci al cartoccio con aromi;
  • pasta di legumi o di farro con sugo vegetale;
  • pane di grani antichi lasciato lievitare a lungo;
  • biscotti fatti con farina di mandorle e ceci;

 

 

spesa in quarantena

 

RICETTA

Pane fatto in casa

Riscoprire il gusto della semplicità e della tradizione italiana, non può esser che d’aiuto all’umore instabile e alle preoccupazioni che a volte riempono le giornate.
Ma anche se non saremo fisicamente vicini, possiamo fare qualcosa per sentirci più uniti.
Ringraziamo del contributo i Professionisti docFaber, startup curata anche dal Dott. Malipiero, per rendere sempre le cose in cucina più facili di come le vediamo.

#ioMangioaCasa

 

INGREDIENTI:

  • serve una forchetta e una spatola
  • 400 gr di farina (noi abbiamo mixato tra farina tipo “0”, tipo “1” di grano tenero, integrale di grano tenero ed integrale di grano saraceno)
  • 300 ml di acqua a temperatura ambiente
  • 2 gr (2 cucchiaini da caffè) di lievito madre
  • 1 cucchiaio di sale
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • durante la lavorazione sono stati aggiunti anche semi misti, del rosmarino o dello zucchero per dolcificare.

PREPARAZIONE:

– per prima cosa in una ciotola aggiungete il lievito, lo zucchero e il sale nella farina e mescolate con le mani
– mentre in un’altra ciotola versate l’acqua ed aggiungete la farina poco per volta mescolandola con la forchetta
– adesso con una spatola, girate l’impasto nella ciotola
– dopo alcuni giri ricoprite con pellicola e fate riposare altri 10 minuti
– ora sempre con la spatola, girate ancora l’impasto nella ciotola fino a che non diventi una pagnotta liscia ed omogenea
– infine ricoprite con la pellicola e far riposare in frigorifero per 8-14 ore (la lievitazione in frigo è lenta quindi potete lasciarlo fino a 24 ore)

DOPO LA LIEVITAZIONE:

– ora prendete un piano d’appoggio ed infarinate bene con abbondante farina, rovesciate l’impasto sul piano di lavoro
– infarinate anche le mani e formate un rettangolo (steso) con l’impasto
– ripiegate l’impasto su se stesso (circa a metà) e poi di nuovo e chiudere l’ultima piega con la punta delle dita
– di nuovo rigirate l’impasto e ripetete i passaggi
– poi arrotondatela a forma di pagnotta tonda (o della forma che preferite)
– ora prendete una ciotola, metteteci dentro uno strofinaccio e infarinate lo strofinaccio
– mettete adesso la pagnotta di pane e coprite tenendo a temperatura ambiente fino a quando non raddoppia il suo volume
– noi abbiamo cotto le nostre pagnotte nel forno a legna solo per 15/20 minuti invece che 40 per la sua temperatura molto elevata

 

 pane cereali

Ricorda di svolgere un pò di attività fisica quotidiana, segui i consigli dei Fisioterapisti ed iscriviti al canale YouTube FISIO LOGIK!
Così basterà poco per mantenere il tuo metabolismo in grado di bruciare i grassi assimilati in eccesso!

Fatti guidare nel Tuo percorso di Educazione Alimentare!

 

 

Affidati ad un professionista specializzato,

il Dott. Malipiero Fabrizio.

Contattaci!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi